\\ Home Page : Articolo : Stampa
Premio Atorn edizione 2008 : un'edizione speciale con premiati altrettanto speciali.
Di Claudio Cavalsani (del 09/04/2008 @ 20:07:59, in scienza,medicina, linkato 2236 volte)

Domenica 6 aprile nell’atrio dell’Ospedale Versilia di Lido di Camaiore si è tenuta la 2° edizione del Premio Atorn .Ospiti d’eccezione il premiato dell’edizione 2006 il musicista Andrea Bocelli e il comico e attore Giorgio Panariello premio Atorn 2008 per la solidarietà e il prof.Gian Luigi Gessa premio Atorn 2008 per la ricerca. Il conduttore e direttore artistico, Fabrizio Diolaiuti, ha ringraziato gli organizzatori,gli enti che hanno patrocinato l’iniziativa e le autorità presenti.I primi ad entrare in scena, dopo la presentazione d’apertura sono stati i bambini e le bambine dell’associazione “Quelli che non ” che hanno cantato la canzone del musicista Jovanotti “Mi fido di te”,esibendosi in una sorta di danza che li vedeva stringersi le mani e sfiorarsi come per stabilire e mantenere un contatto fra di loro,fra bambini con e senza problemi neurologici che costituisce lo scopo dell’associazione stessa;successivamente è apparso sul palcoscenico, il Coro delle voci bianche del Festival Puccini che ha intonato una delle arie più conosciute del compositore lucchese.Il premio Atorn 2008 per la ricerca non ha riservato sorprese,come già avevano detto in anteprima nelle conferenze stampa il prof. Ubaldo Bonuccelli ,responsabile del comitato scientifico del premio e il presidente dell’associazione Atorn, Gianfranco Antognoli,il premio è stato consegnato al prof. Gian Luigi Gessa,padre della neurofarmacologia italiana.Il premio ricerca 2010 sarà assegnato al prof. Eldad Melamed.Abbiamo realizzato un video che ,oltre alle immagini della manifestazione,contiene l’intervista al professor Gessa che ci fa capire quanto sia necessario e dirimente l’investimento nella ricerca.Passiamo all’altro invitato speciale del Premio Atorn 2008: Andrea Bocelli.Non ha cantato come molti dei presenti si aspettavano ma ha detto: “Sono molto contento, quando mi trovo ad intervenire a questo tipo di manifestazioni.Il Premio Atorn rappresenta per me un appuntamento a cui non posso rinunciare.Sono molto orgoglioso di aver ricevuto il premio Atorn solidarietà due anni fa e di essere stato coinvolto nelle numerose iniziative dell’associazione”.Giorgio Panariello, dopo aver ricevuto il premio solidarietà 2008, si è esibito in un suo cavallo di battaglia “I migliori anni della nostra vita” ,canzone di Renato Zero che si è adattata all’atmosfera del luogo dove si è svolto il premio.All’iniziativa erano presenti anche i familiari dei degenti ricoverati all’Ospedale Versilia,che hanno affollato i ballatoi del primo piano dell’ospedale e per un pomeriggio hanno potuto passare ore diverse e lasciarsi alle spalle pensieri tristi e sofferenze. Ci è giunta ,poche ore fa ,una nota a cura della segreteria dell'associazione Atorn nella quale desiderano dare informazioni in merito al contributo 5X1000 nei confronti dell'associazione stessa:infatti molte persone hanno chiesto come poter concretamente aiutare la ricerca in campo neurologico. A questa richiesta rispondono rispettivamente il presidente Antognoli e il responsabile scientifico del Premio Atorn prof. Bonuccelli.L’Atorn - precisa Antognoli-si può aiutare in tanti modi, uno dei più semplici è quello della donazione del 5 per mille. Un gesto che non costa niente, ma che per noi ha un valore grandissimo. Per sostenerci basta comunicare al commercialista il codice fiscale dell’Atorn che è 93005860502. Ringrazio anticipatamente tutti coloro che vorranno sostenerci e tutti quelli che hanno contribuito alla perfetta riuscita della manifestazione di domenica scorsa all’Ospedale Versilia".Mentre il Prof. Ubaldo Bonuccelli sottolinea :"Le cose da fare sono tante, ma i medici e le strutture esistenti da sole non bastano. Ecco l’importanza di aiutare un’associazione come l’Atorn, che da oltre dieci anni lavora nel campo della ricerca neurologica e si prodiga per favorire la conoscenza e la prevenzione di malattie come Cefalee, Parkinson, Epilessia, Sclerosi Multipla, Alzheimer".Per approfondire l'argomento ricerca vi proponiamo l'intervista che abbiamo fatto proprio domenica scorsa al premiato 2008 Atorn per la ricerca prof. Gian Luigi Gessa.Non mancano le immagini dei momenti salienti del Premio Atorn 2008.

Vi proponiamo alcuni video da noi realizzati, on line su VideoNewsTv e su YouTube.