\\ Home Page : Articolo : Stampa
Clicca per leggere:COMUNICAZIONI ALLE CAMERE DELLA PREMIER MELONI IN VISTA DEL NUOVO CONSIGLIO EUROPEO NATO SECONDO LA LOGICA DEI CAMINETTI DOVE LA MELONI NON E' POTUTA ENTRARE.....
Di Admin (del 26/06/2024 @ 15:53:30, in critica politica, linkato 71 volte)
Che cosa ha ottenuto finora la Meloni in Europa? Per ora solo una infinità di tentativi e di abboccamenti ma l'aria non è di certo cambiata in meglio...potrà forse contare sugli effetti derivanti dal lungo corteggiamento fatto a der Leyen in odore di riconferma E FIGURIAMOCI. In attesa di intraprendere in Italia forte di un consenso INSCALFIBILE il percorso di cittadina primo console contornata da parentame ed amici ( d'altra parte non iniziò un certo BONAPARTE per poi finire da noi ad un certo RENZI,finiti peraltro male n.d.r.) essa per ora si limita A RIFERIRE ALLE CAMERE A GOVERNO SCHIERATO idee e progetti in vista del consiglio europeo,il nuovo Consiglio. I cardini del suo discorso alla Camera IMMIGRAZIONE: "In Italia e in Ue si entra solo legalmente. Degli ingressi si occupano le istituzioni e non gli scafisti. Non consentiremo alle mafie di gestire gli ingressi in Italia, come fanno da diverso tempo"è arrivato un messaggio chiaro e non intendiamo farlo cadere nel vuoto". UCRAINA E NATO: "Difendere l'Ucraina è nell'interesse dell'Europa. Se l'Ucraina fosse stata costretta ad arrendersi non ci sarebbero state le condizioni per un negoziato. Pace non significa mai resa". "Ogni nostro sforzo - prosegue - è concentrato per consentire all'Ucraina di guardare a un futuro di pace. Deve essere chiaro chi pagherà per la ricostruzione dell'Ucraina". MEDIO ORIENTE: "Il processo di pace in Medio Oriente non può essere che basato sulla soluzione dei 'due popoli e due Stati'. NUOVO CONSESSO EUROPEO: "Gli incarichi apicali sono stati affidati tenendo in considerazione i gruppi maggiori, indipendentemente da logiche di maggioranza e opposizione. Oggi si scegli di aprire uno scenario nuovo e la logica del consenso viene scavalcata da quella dei caminetti, dove una parte decide per tutti. Una 'conventio ad excludendum' che a nome del governo italiano ho contestato e non intento condividere" E che ha detto Giuseppe Conte dei 5 Stelle? "Meloni vada in Europa con forza a prendersi un posto di prestigio nella Commissione. Visto che si tratta di un incarico di prestigio, non lo affidiamo a un parente. Per una volta applichiamo il principio di meritocrazia" Eh già,abbastanza scontato questo del "parentame"...D'altra parte e sempre riferendomi al "grande Corso" che ha cambiato la storia d'Europa ,anche lui si circondava di fratelli e sorelle affibbiadogli incarichi prestigiosi.Di certo però un Lollobrigida non è un Giuseppe Napoleone e nemmeno una Arianna è una Paolina Bonaparte. Comunque non è andato lontano dal vero Angelo Bonelli di AVS quando ha detto: "La premier avrebbe voluto entrare in quel caminetto di cui ha parlato ma la porta le è stata chiusa per quelle posizioni conflittuali, sovraniste e nazionaliste, e per quel suo partito che non ha fatto conti col passato"