\\ Home Page : Articolo : Stampa
Clicca per leggere:SALVINI “COSTRETTO” A CEDERE SUL CASO RAMY SPERANDO ORA CHE NON SE NE PARLI PIU’ED E’ STATA SPUNTATA UN’ARMA CHE GIA’ LA SINISTRA STAVA CAVALCANDO
Di Admin (del 27/03/2019 @ 18:49:12, in Critica politica, linkato 265 volte)



A volte sei costretto sia per motivi politici che di opportunità del momento a fare delle figure non propriamente LINEARI ,così come accaduto a Salvini.

 Sono certo che molti della base leghista NON SONO STATI AFFATTO D’ACCORDO CON la storia della cittadinanza a Ramy.

 Ma le truppe cammellate delle sinistre a pezzi e senza identità sono sempre forti soprattutto NEI MEDIA e vantano numerosi drappelli di giornalisti sempre pronti all’assalto del politicamente corretto. Insomma Salvini rischiava grosso.

Rischiava una campagna mediatica ( anche con l’appoggio dell’altra sponda del Tevere…) CONTINUA tesa a far diventare quell’arrogante giovanottello Ramy come prossimo candidato all’ONU,all’Agenzia Spaziale, alla guida della prossima Assemblea dell’Onu e chissà, anche al Premio Nobel per la Pace, ma solo in Medio Oriente,per quella mondiale si vedrà quando si sarà fatto le ossa…

 Sarebbe stata una continua “ospitata” su tutti i canali progressisti e del ben pensare. Meglio cedere a metà sia pure a mezza bocca.

 E’ stata fatta da Salvini una operazione alla Cavour..in timore di quanto sarebbe accaduto è stata salvata la faccia e reso onore anche al gesto dei due giovani protagonisti della vicenda del bus.

 Sperando che non se ne parli più.

 Strano Paese questo dove il fuoco dei paladini dell’accoglienza interessata cova sempre sotto alla cenere delle sconfitte subite.

 Figurarsi che ieri era tornato a bomba anche il solito Manconi in merito allo Jus soli.

 Ed un Ramy scontento proprio sarebbe stato la punta di diamante di tutti coloro che dalla vicenda strage sul bus evitata,volevano approfittarne per cercare di rimettere all’ordine del giorno ARGOMENTI MORTI E SEPOLTI come lo JUS SOLI.

Capiamo quindi la mossa di Salvini,cittadinanza solo ai due giovani, mossa di necessità politica MA NON LA CONDIVIDIAMO.

 Siamo certi che è una mossa che farà perdere voti alla Lega.

 Una piccola rivincita quindi, gli sconfitti del PD l’hanno ottenuta. Non sono loro ,quelli del PD,che preoccupano.Con gli Zingaretti si va poco lontano soprattutto se si hanno ai lati persone come Calenda ( un ariete a testa bassa ) e come Giachetti ( un radicale in tutto e per tutto)

Preoccupa semmai e più volte l’ho sottolineato l’occupazione pressochè completa da parte dei sinistrorsi delle fonti di informazione.Vertici RAI cambiati o meno a me sembra sempre la stessa solfa.E non parliamo della 7 di Cairo Editore.Lì si viaggia col paraocchi e pare che a loro in termini di bilanci il fatto paghi.

 Ci pensino i vari Crimi e Siri.L’informazione in Italia sembra sempre di un solo colore.