\\ Home Page : Articolo : Stampa
Clicca per leggere:IN BASILICATA IL PD PASSA DAL 24,83 DELLE REGIONALI DEL 2013 E DAL 16,14% ALLE POLITICHE DEL 2018 AL MISERO 8% SCARSO DI OGGI E CALENDA DICE:NON ABBIAMO PAURA!
Di Admin (del 25/03/2019 @ 19:33:35, in Critica politica, linkato 268 volte)




Continua a vincere la Lega e continuano a sfruttare o per meglio dire a tirare per la giacca lo stesso Salvini, gli alleati nelle elezioni regionali di Forza Italia e dei Fratelli d’Italia. Salvo poi in Parlamento votargli contro! Ma E’ NORMALE TUTTO QUESTO?


Non è compito facile per il leader della Lega protrarre questa situazione.

 Accerchiato dai suoi alleati ( Forza Italia e Fratelli d’Italia ) ed alleato nel Governo del Paese con quei 5 Stelle che pur in caduta libera rappresentano pur sempre un partito sopra il 20%. INCONGRUENZE evidenti.

 Tutti sembrano spingere contro i 5 Stelle

.Da destra dove li si ritengono nemmeno capaci di pulire i cessi in quel di Arcore ai perdenti della sinistra illusi di riprendere fiato con la “punta di diamante” Zingaretti, in realtà sempre confermanti un calo nei consensi evidente ed inarrestabile.

 E Salvini tiene duro,anzi,deve tener duro nell’alleanza con Di Maio almeno fino alle prossime europee.

 Intanto continuano le vittorie del centrodestra rispetto alle sinistre

.Anche la Basilicata dopo 24 anni cambia casacca politica.

 Circa 8 i punti in percentuale dividono il centrodestra dal centrosinistra.

 Il M5Stelle è al 19,8% ( alle regionali del 2013 aveva circa il 9% alle politiche del 2018 il 44,35% ), la Lega al 19,2% ( nel 2013 NON C’ERA e nelle politiche del 2018 aveva il 6,28% ) il PD il 24,83% alle regionali del 2013 ed 16,14% alle politiche del 2018 fino allo scarso 8% di oggi!



 Salvini deve restare sé stesso.Bullo, rozzo e vincente.Gli italiani lo vogliono così. E lo premiano così.

Basta personaggi alla Letta ( senior..)


 Salvini continua giustamente a dire che il nemico è il PD



 Anna Ascani vicepresidente del PD ( mozione Giachetti ) ha detto: “da quando Renzi si è dimesso abbiamo perso FRIULI,MOLISE,ABRUZZO,SARDEGNA ,BASILICATA, TRENTO E BOLZANO. Ma il problema era il carattere di Renzi…”