\\ Home Page : Articolo : Stampa
Clicca per leggere: A SPALATO IN UNO STADIO SPETTRALE L’ITALIA OTTIENE UN BUON PUNTO E SPRECA MOLTO CONTRO LA CROAZIA
Di Admin (del 12/06/2015 @ 22:51:14, in Nazionale Italiana Calcio, linkato 773 volte)

                                                             

Parliamoci chiaro:questa gara della Nazionale a Spalato contro la Croazia  capita a fine stagione e non è sentitissima dai tifosi. Ed invece è gara importante per evitare preoccupazioni future in tema di qualificazione agli europei di Francia 2016.

 Si gioca a Spalato allo stadio Poljud capace di circa 35.000 posti a sedere, stadio ove disputa le sue gare l’Hajduk di Spalato.

 La novità assoluta per la Nazionale Italiana è che la gara sarà disputata a porte chiuse e tutto sommato considerando anche il “calore” di certi stadi ,questo è un indubbio vantaggio per gli Azzurri.

 La Federazione Croata infatti lo scorso 8 aprile è stata sanzionata dalla Commissione Disciplinare,Etica e di Controllo dell’Uefa causa il comportamento ritenuto razzista tenuto dai propri tifosi in occasione della partita Croazia-Norvegia del 28 marzo,terminata per 5-1 pro Croati.

 La Croazia nel Girone H è in testa alla classifica con due punti di vantaggio sull’Italia che all’andata a Milano non andò oltre un 1-1 Storicamente i croati sono un osso duro per gli azzurri,infatti nei precedenti 8 incontri ufficiali l’Italia ha vinto una sola volta nel lontano 1942, ha pareggiato 4 volte e perso tre volte.

 

 

 CROAZIA       ITALIA    1-1

Mandzukic ( Cr ) all’11’ del 1° tempo Candreva ( I ) al 36’ del 1° tempo su rigore

CROAZIA: Subasic Srna ( Cap ) Vida Schildenfeld Pranjic Rakitic Brozovic Perisic Kovacic Olic Mandzukic All.tore: Kovac.

 ITALIA : Buffon ( Cap) De Silvestri Bonucci Astori Darmian Parolo Pirlo Marchisio Candreva Pellè El Shaarawy All.tore: Conte

 Arbitro: Atkinson (Ing).

Molti assenti tra le fila degli azzurri :Barzagli –Chiellini-De Rossi-Verratti-Zaza e Antonelli . Giocano a centrocampo Parolo,Pirlo e Marchisio ed in attacco Candreva assieme a Pellè ed El Shaarawy. Da parte Croata pesante l’assenza di Modric ma presenti i pericolosi Perisic ed Olic e la prima punta Mandzukic.

 Fuoco e fiamme a Spalato nei primi 10’! Un rigore per i croati parato da Buffon,un gol di El Shaarawy che è parso regolare ma è stato annullato per fuorigioco ,poi un gol in contropiede dei Croati!

 Vediamo: al 6’il capitano croato Srna entra in area sulla destra e va verso il fondo quando viene a contatto con Astori e va a terra.Il rigore c’è e va a batterlo Mario Mandzukic. La battuta è abbastanza centrale,leggermente sulla destra proprio dove Buffon si è tuffato. Rigore sprecato dai croati.

Al 10’ Candreva si porta in avanti e dalla destra crossa in area ove sulla palla si proietta El Shaarawy che insacca! Ma l’assistente dell’arbitro fa annullare il gol per un fuorigioco inesistente.Conte è una furia e rischia l’espulsione

. Solo pochi secondi dopo su contropiede e mentre gli azzurri stavano ancora a protestare vanno in vantaggio i croati con Mandzukic che servito da Rakitic non ha difficoltà a battere Buffon. Buffon protesta, viene ammonito da Atkinson e poi chiede aiuto al Prof.Castellacci per un problema fisico.

Sirigu va a scaldarsi. Rischiano ancora gli azzurri al 18’ quando su un cross perfetto dalla sinistra si Perisic, Olic ad un metro dalla porta azzurra non riesce a toccare la palla! Grossissima occasione croata sprecata.

Intanto Buffon sembra essersi ripreso dai problemi al ginocchio destro. Azzurri in avanti al 22’ e pericolosi con una palla di Marchisio che supera il portiere ma che viene respinta da Vida di testa nei pressi della linea!

24’ ancora croati pericolosi con un destro di Kovacic che De Silvestri devia in scivolata. Ma in questa azione De Silvestri si infortuna al ginocchio destro e resta a terra sofferente.Deve uscire .Al suo posto entra De Sciglio.

32’Da Pirlo a Marchisio poi a Pellè che lascia ad un El Shaarawy che davanti alla porta riesce solo e soltanto a passare la palla al portiere! Che occasione!

 Difesa croata che soffre sugli attacchi azzurri.

 Al 35’ l’Italia pareggia con Candreva su calcio di rigore.In area croata una palla servita da Pirlo per il colpo di testa di Pellè finisce su un braccio di Mandzukic.E’ rigore con ammonizione per il croato. Candreva rischia con successo un cucchiaio al centro dei pali mentre Subasic si getta alla sua destra.

43’ ammonizione per Olic falloso su Bonucci. Al 1’ di recupero un tiro di Pellè è messo in angolo da Subasic. Primo tempo che termina sull’1-1 ampiamente meritato dall’Italia che dopo i rischi corsi nel primo quarto d’ora ha saputo portare diversi affondo in una difesa croata apparsa in sofferenza.

Diciamo che Buffon alla sua 148ma maglia azzurra è stato bravo a respingere il rigore di Mandzukic ed a restare in campo sino a fine tempo sia pure sofferente ad una gamba mentre ad El Shaarawy è stato annullato un gol regolare ed uno lo ha sbagliato lui davanti al portiere graziandolo.Ottimo l’ingresso di De Sciglio.

 Nell’intervallo due cambi.Buffon resta negli spogliatoi ed entra Sirigu. Nella Croazia c’è Rebic al posto di Olic. Nei primi minuti della ripresa ammoniti al 7’ Parolo per un fallo su Rakitic ed al 9’ il capitano Srna per proteste. Al 17’ un bel centro di Candreva che sta facendo un’ottima gara con palla per El Shaarawy che ha un impatto sul pallone non felice.Colpo di testa alto. Comincia a spingere maggiormente la Croazia ma non ha giocate precise e Sirigu non corre molti rischi.

 Anzi ! E’ l’Italia che continua a sprecare occasioni.Ottima discesa di Candreva il migliore in campo con palla per Pirlo che dal limite dell’area tira alto! Al 26’ ancora il laziale che serve El Shaarawy che dà a Parolo.Il centrocampista preferito da Pioli ripete più o meno il tiro del primo tempo di El Shaarawy consegnando il pallone a Subasic.!

Viene anche ammonito Marchisio per un fallo a centrocampo su Kovacic. Intanto Kovac allenatore dei croati effettua un altro cambio.Vrsaliko prende il posto di Pranjic che da tempo manifestava dolori ad una spalla. Fiammata croata tra il 33’ ed il 34’ con un gran sinistro dalla distanza di Perisic e palla a lato e con Rakitic con un tiro alto di poco. Al 35’ esce El Shaarawy ed entra in campo Ranocchia.

 Sembra che la gara abbia più poco da dire.La Croazia non si danna più di tanto e gli azzurri che hanno sprecato molto mirano a non concedere occasioni.

 Altro giallo da parte dell’inglese Atkinson a carico di Rebic per fallo su De Sciglio. Ed al 42’ giallo pure per Kovacic per fallo su ranocchia. Il capitano croato Srna riesce a fare un paio di falli pressochè consecutivi da cui arriva un secondo giallo che lo allontana dal campo anzitempo.Negli ultimi due minuti Croazia in 10.

Ma la partita non ha più nulla da dire da tempo.Le due squadre si accontentano del pareggio che le mantiene qualificate.

 Conte è ancora imbattuto dopo 9 gare sulla panchina dell’Italia.

Arriva anche una buona notizia per l’Italia dalla gara Norvegia-Azerbaigian terminata 0-0

La classifica del Gruppo H dopo 6 gare: Croazia 14 punti Italia 12 punti Norvegia 10 punti Bulgaria 8 punti Azerbaigian 4 punti Malta 1 punto