\\ Home Page : Articolo : Stampa
Clic per leggere : L’ITALIA BATTE 2-1 LA REPUBBLICA CECA E SI QUALIFICA PER I MONDIALI BRASILIANI
Di Admin (del 10/09/2013 @ 17:44:14, in nazionale calcio, linkato 1322 volte)

                                           BUFFON RAGGIUNGE CANNAVARO IN VETTA ALLA CLASSIFICA DELLE PRESENZE NELLA NAZIONALE ITALIANA DI CALCIO : SONO 136

 FABIO CANNAVARO: 136 PRESENZE IN NAZIONALE DI CUI 79 DA CAPITANO ( RECORD )

 Prima gara il 24 gennaio 1996 Italia-Galles 3-0

Ultima gara il 24 giugno 2010 Slovacchia-Italia 3-2

Campione del Mondo nel 2006 e Pallone d’oro nel 2006

GIANLUIGI BUFFON: 136 PRESENZE IN NAZIONALE DI CUI 38 DA CAPITANO

Record di presenze per un portiere nella Nazionale Italiana

Prima gara il 29 ottobre 1997 Russia-Italia 1-1

Per l’IFFHS ( Istituto internazionale di storia e statistica del calcio ) Buffon è il miglior portiere al mondo degli ultimi 25 anni davanti a Iker Casillas e Edwin Van der Sar.

ITALIA BATTE REPUBBLICA CECA 2-1

BALOTELLI SBAGLIA MOLTO MA SEGNA IL RIGORE DECISIVO

Azzurri che soffrono molto gli attacchi dei Cechi ma che sprecano anche molto. Nazionale Italiana certamente non in un buon monento di forma ma qualificata in anticipo di due gare per i Mondiali 2014 brasiliani.

Italia,è la serata per staccare il pass per i Mondiali Brasiliani di calcio del 2014.Se l’Italia vince è in Brasile assieme alle già qualificate Brasile ( di diritto ) ,Giappone,Corea del Sud,Iran ed Australia. Ed Olanda ( stasera)

Prandelli ritrova Montolivo,Osvaldo e Balotelli al rientro dopo la squalifica mentre in difesa vi sono gli infortuni di Abate e di Antonelli per cui c’è necessità di impiegare De Rossi al centro ed ai lati Pasqual e Maggio. I Cechi hanno in vanti il solo Kozak.

Se Buffon –stasera al record di presenze assieme a Cannavaro con 136 maglie azzurre-sarà quello delle ultime esibizioni poche speranze per gli uomini guidati da Bilek.

 Al 19’invece non può proprio nulla sul tiro al volo dello stesso Kozak,un destro che non gli dà scampo dopo un’azione di rimessa in velocità partita dalla metà campo avversaria.Un passaggio a Jiracek con fuga sulla sinistra e perfetto traversone in area,nemmeno troppo teso,su cui si proietta la punta Ceca che non dà scampo al portiere azzurro.

 Prandelli allarga le braccia sconsolato. In precedenza solo una buona occasione per Balotelli al 12’ il cui destro in diagonale era stato deviato in angolo dal portiere Cech. Al 24’ dopo modifiche all’atteggiamento difensivo degli azzurri con l’innesto di Chiellini Mario Balotelli a due passi dalla porta Ceca controlla un cross dalla destra e spara sulla traversa!

Ed un minuto dopo si ripete grazie ad un erroraccio di presa da parte di Ceck ed ha un’altra enorme occasione ma la spreca in malo modo scheggiando un’altra volta la traversa.!

 Dallo Juventus Stadium ove si gioca la gara –al completo- si cominciano a sentire i primi fischi all’indirizzo di Balotelli che dopo i due erroracci commette un fallo a centrocampo su Suchy e viene ammonito dall’arbitro svedese Eriksson.

 E ci risiamo con una gara un’ammonizone!

35’ perfetto passaggio di Pirlo,profondo in area per l’inzuccata di Balotelli che questa volta è precisa e potente ma troppo addosso al portiere Ceck che riesce a respingere.

 E’ la dimostrazione che in difesa la Repubblica Ceca soffre parecchio e che Balotelli se si mantiene calmo da un momento all’altro potrebbe andare a segno.

 Ricordiamo che in classifica nel Gruppo B l’Italia ha 17 punti e la Repubblica Ceca solo 9 Storicamente i confronti tra le due nazionali sono stati 31 con 10 vittorie per parte e 11 pareggi.La Repubblica Ceca ( ora) Cecoslovacchia ( prima, fino al 1992 ) non ha mai vinto in Italia.

Allo scadere al 45’ occasione per l’Italia .

E’ Candreva che tira di destro e Ceck mette in angolo.Ma non è finita perché al 2’ di recupero gli ospiti hanno l’occasionissima per il raddoppio e la sprecano sempre con Kozak il cui tiro di destro dopo una discesa e passaggio di Limbarsky termina di pochissimo fuori con il portiere Buffon fermo!

Al riposo vincono i Cechi ma l’Italia ha sprecato molto.Comunque la Repubblica Ceca attua un temibile contropiede e l’ex laziale Kozak ora attaccante dell’Aston Villa non è malaccio.

L’Italia torna in campo con De Rossi che torna a giostrare in mezzo al campo e solo dopo 40’’ ancora un tentativo dalla distanza di Balotelli deviato in angolo da Ceck.Ormai è un duello tra i due. Spinge l’Italia alla ricerca del pari e dà l’impressione di poter passare da un momento all’altro e i tifo dello Juventus Stadium si fa sentire.

Ed ecco il pari ad opera di Chiellini ( al 6’ )che di testa grazie ad un errore di Ceck su palla da calcio d’angolo battuto da Candreva ( non trova la sfera ) pareggia.Grave l’errore di un portiere così esperto.

 Poi cambia tutto.Tre minuti dopo gol di Balotelli su calcio di rigore che lo stesso attaccante si è procurato con un’incursione in area ed intervento falloso da parte di Gebre Selassie.Al solito Balotelli è infallibile su calcio di rigore e spiazza Ceck che si lancia a sinistra con un pallone basso sulla destra.Balotelli è a 20 rigori su 20 !

 Ora il biglietto per il Brasile è staccato e la gara è in discesa. Invece gli ospiti che non hanno più nulla da perdere creano qualche pericolosa occasione ad esempio al 20’ con un’azione Kolar-Kozac che non si concretizza al tiro di quest’ultimo per un soffio e due minuti dopo con il pericoloso e veloce Jiracek che si incunea in area e di sinistro impegna Buffon.

L’Italia cerca solo di mantenere il vantaggio ed invece dovrebbe chiudere la partita contro un avversario che appare chiaramente alla portata.

 In queste ultime due partite a dir la verità non si è vista una grande Italia.Questa Nazionale dipende moltissimo dalla vena di Balotelli e dalla tenuta di qualche senatore.

 Brutto infortunio ( un taglio ) per Pasqual colpito da una gomitata di Kozak che era saltato per colpire la sfera proveniente da un cross.Pasqual esce ed entra Ogbonna.

 Poi Osvaldo e Candreva cercano di rendersi pericolosi e piano piano si va verso la fine.

 Intanto esce Montolivo al suo posto Motta.L’arbitro Eriksson manda anzitempo negli spogliatoi il ceco Kolar alla seconda ammonizione dopo un fallo su Balotelli.

 Ormai l’Italia tiene palla e tenta ancora con una fuga di Balotelli e tiro senza troppe pretese parato da Ceck. Ultimo brivido davanti a Buffon al 47’ quando il solito Kozak non riesce a dar forza ad una palla che stava scendendo proprio sui suoi piedi.Buffon para.

Una sofferenza finale che dimostra il non grande momento della Nazionale Italiana. Comunque finisce 2-1 e l’Italia è qualificata per Brasile 2014.

Anche l’Olanda ce l’ha fatta stasera.