\\ Home Page : Articolo : Stampa
Clicca per leggere:DECRETO SICUREZZA AL VAGLIO DEL COLLE MA E PASSO IMPORTANTE MENTRE DI MAIO SI SCAGLIA DURAMENTE E GIUSTAMENTE CONTRO IL JOBS ACT DI RENZIANA MEMORIA
Di Admin (del 24/09/2018 @ 20:50:57, in Critica politica, linkato 249 volte)

Sono ore molto calde per il Governo del cambiamento.

 Io dico che l’accoppiata Di Maio-Salvini REGGERA’ nonostante siano in atto tutta una serie di manovre da prima repubblica per disarcionarli

 Avvilente l’elenco delle accuse provenienti dai più disparati ambiti contro l’operato del Governo ed in particolare dei 5 Stelle.



 Questi non hanno capito nulla o fanno finta di non capire. E sono tutti uniti.

 Dal redivivo e nuovamente provvisto di super dentatura Berlusconi, che considera Di Maio come uno zerbino se non peggio,alla solita sinistra che ha portato il paese in questo stato con provvedimenti studiati apposta per il consenso ( 80 euro ) e sommamente ingiusti e giù giù fino alla “cacchina” degli esperti a gettone per finire ai soloni a contratto radical chic dell’intellighenzia ( si fa per dire ) di sinistra.

 Salvini li metterà tutti nel sacco.

 Sono tutti lì a contare i giorni che mancano dalla rottura Salvini-Di Maio e non hanno capito nulla.



 Ma… come ho sempre detto c’è un però: l’ostilità di Mattarella verso Salvini.E questo potrebbe creare problemi. Mattarella ed il vecchio apparato dei burocrati di Stato. Intanto vedremo come si comporteranno col DECRETO SICUREZZA varato per rendere il Paese più sicuro.

 Il Consiglio dei Ministri oggi ne ha decetato il via libera alla unanimità.

Ha scritto Salvini:


 Sono felice. Un passo in avanti per rendere l’Italia più sicura. Per combattere con più forza mafiosi e scafisti, per ridurre i costi di un’immigrazione esagerata, per espellere più velocemente delinquenti e finti profughi, per togliere la cittadinanza ai terroristi, per dare più poteri alle Forze dell’Ordine. Dalle parole ai fatti, io vado avanti!».

 Dovebbre essere finita la pacchia dei motivi umanitari concessi a tutti.

Protezione va bene ma accoglienza indiscriminata come finora è stato,no!

E con i risparmi derivanti dal taglio dei 35 euro al giorno a migrante s potranno assumere nuove forse dell’ordine per garantire migliore sicurezza ai nostri concittadini. L’elenco quotidiano di violenze e stupri appare infinito. La protezione sarà concessa solo alle vittime di sfruttamento lavorativo,alle vittime di tratta,di violenza domestica,di calamità naturali, a chi necessiterà di cure mediche e a chi si sarà reso protagonista di atti di particolare valore civile.

 Ci sarà la possibilità di respingere i richiedenti asilo che commettono reati o condannati in primo grado.

 Vedremo che ne penserà Mattarella.

 Intanto faccio PIENAMENTE MIE LE PAROLE DETTE OGGI DA DI MAIO SUL JOBS ACT:

Ha detto il vicepremier:


 "Sia dannato il giorno in cui venne fatto il jobs act. Chi lo ha fatto non deve essere chiamato statista ma assassino politico"