\\ Home Page : Articolo : Stampa
Clicca per leggere: TRA PISTOIESE ED AREZZO E’ SOLO 1-1 MA IL GOL DI PROIA AL 48’40’’ PUO’ DARE UNA SVOLTA ALLA STAGIONE DEGLI ARANCIONI ORA OCCORRE TORNARE A VINCERE
Di Admin (del 06/11/2016 @ 22:04:54, in Lega Pro Pistoiese, linkato 669 volte)


                                                                
              

Ancora rimandato per la Pistoiese il ritorno alla vittoria che ormai manca da 6 turni ma almeno per una volta è stata

evitata un’altra sconfitta al Melani.Di fronte al quotato Arezzo guidato dall’ex Sottili,infatti gli arancioni sono riusciti per

una volta a recuperare lo svantaggio di un gol proprio nell’assalto finale di gara evitando una sconfitta che sarrebbe

stata oltre che ingiusta anche grave per l’ambiente. Tra l’altro agli arancioni sono stati annullati due gol per fuorigioco

sui quali,almeno per il primo,quello di Colombo, con dei dubbi.


 A Pistoia Stadio Melani  

PISTOIESE   AREZZO     1-1


Foglia (A) al 17’ del 2° tempo Proia (Pt) al 48’ del 2° tempo

PISTOIESE:
Feola Guglielmotti Priola Neuton Zanon Luperini Hamlili Benedetti Rovini Colombo Gyasi

All.tore: Remondina

AREZZO:
Benassi Luciani Muscat Solini Masciangelo Foglia De Feudis Arcidiacono Grossi Yamga Polidori

All.tore: Sottili Arbitro: Luciano di Lamezia Terme

Gara dall’atmosfera tipicamente invernale al Melani dove Pistoiese ed Arezzo si incontrano per la 27ma volta con sole 4 vittorie per gli aretini che hanno al seguito l’atteso buon manipolo di sostenitori.La Pistoiese non supera l’Arezzo dall’annata 2002-2003 a guida Mazzarri.

 7’ Foglia prova dalla distanza ma il suo destro è alto sulla traversa. La difesa della Pistoiese si era fatta sorprendere.

 15’ poco fortunata la Pistoiese con Rovini servito da Benedetti,che si districa bene tra due avversari,ma il suo tiro colpisce il palo!

Rovini che prende un giallo 10’ poi si assiste ad una fase centrale di tempo con controllo aretino. 40’ un tiro in diagonale di Gyasi viene parato da Benassi.
 Al 42’ su cross di Luciani dell’Arezzo è Arcidiacono che spreca davanti a Feola.Un’azione facilitata da un errore di Luperini in rinvio.
Al 44’ viene annullato un gol a Colombo che si era trovato a metter dentro ma in fuorigioco una palla crossata bassa da Zanon.Dubbi sulla decisione.

 Nessun cambio nell’intervallo

 Si gioca sotto la pioggia e con le luci dello stadio accese quando al 6’ Colombo serve di testa Gyasi che mette una palla per Rovini che arriva un attimo tardi

Al 16’ ospiti in vantaggio con una splendida battuta su punizione da parte di Grossi una punizione causata da un fallo di Neuton su Arcidiacono ai 30 metri. Gol subito al solito in pratica alla primo vero tiro in porta degli ospiti.

 Due minuti dopo è Solini a salvare sulla linea un tiro di Neuton

 23’ punizione per la Pistoiese con colpo di testa di Priola e respinta di Benassi Al 29’ primo cambio arancione con Minotti al posto di Luperini. 32’ Rovini impegna Benassi su punizione. Tra gli arancioni al 34’ esce Gyasi ed entra Finocchio poi esce Benedetti e ne prende il posto Proia.

 Al 39’ viene annullato un altro gol agli arancioni.Minotti aveva segnato di testa.Ma il guardalinee ne aveva già decretato la irregolare posizione prima del colpo di testa.

 Forcing finale della Pistoiese.Al 41’ una punizione battuta da Rovini fa arrivare la palla a Guglielmotti che di testa mette fuori di un nulla!

 La spinta arancione viene premiata in pieno recupero quando al 48’ e 40’’Proia lasciato libero sulla sinistra in area di rigore riesce in scivolata a toccare in rete con un destro E’ la palla dell’1-1 su cross di Rovini. Proia era entrato da circa 10’ Per una volta la Pistoiese ha riagguantato il risultato e la festa è grande.

 Come già si è detto all’inizio prendiamo per beneagurante l’episodio del finale di gara: In definitiva ,per chi ha esperienza di questo sport, era facilmente intuibile che dopo aver visto l’inizio di campionato della Pistoiese con quelle 8 gare con soli 8 punti,una quota nettamente inferiore al meritato per quanto prodotto in campo, in presenza di un ciclo di ferro,potessero anche arrivare dei rovesci.

 
E’ la famosa vecchia regola del gol sbagliato,gol subito. Gare da vincere che non hai vinto,arrivano poi le batoste contro squadre di primo livello.

 Nel nostro caso alcune gare erano da vincere e sono state pareggiate mentre incombevano Alessandria e Cremonese in trasferta e Como ed Arezzo in casa. Sono 4 gare dalle quali la Pistoiese è uscita male soltanto con 2 dei 12 punti a disposizione ma sempre con qualche rimpianto tranne la gara di Cremona.

E sommando i due periodi ecco che ne esce una classifica povera: solo 10 punti in 12 gare media che dà come proiezione finale un misero punteggio di 31,6 punti non certo sufficiente ad evitare i play-out.

Speriamo sia beneaugurante il pareggio acciuffato nel finale di gara contro l’Arezzo anche perché il calendario propone ora agli arancioni partite sulla carta più abbordabili anche se i derby con Tuttocuoio di domenica prossima e quello con la Lucchese del 27 novembre ambedue in trasferta non sono da prendere sottogamba.

La classifica grazie al punto con l’Arezzo è si fa per dire leggermente migliorata.E’ stata agganciata a quota 10 la Lupa Roma ,a la zona tranquilla dista 3 punti e quella play-off, però, già 7 punti.

Per l’allenatore Remondina e per tutto l’ambiente sarà molto importante e delicato il derby di domenica con il Tuttocuoio.Una vittoria e sarebbe l’aggancio a quota 13,una sconfitta e sarebbe crisi.

 Circa il consueto raffronto con gli ultimi due tornei alla Pistoiese mancano 8 punti rispetto all’anno Lucarelli 2014/2015 mentre Remondina sta facendo lo stesso cammino di Alvini dello scorso campionato quando alla 12ma gara i punti erano gli stessi di ora:10

Comunque nella gara con l’Arezzo la Pistoiese ha ancora una volta dimostrato di essere una squadra viva e combattiva.